CONTI SEPARATI: come gestirne la richiesta

Non si fanno conti separati

Quante volte mentre gestivate l’ennesima spartizione della tavolata di 10 persone avete pensato di inserire un cartello del genere nel punto cassa per evitarvi calcoli inutili, voli pindarici per ricordarsi chi ha preso cosa e in che quantità, e contrattazioni sul prezzo, mai esatto secondo ciascun cliente?

Probabilmente tutte queste problematiche vi sarebbero state evitate se aveste utilizzato un software gestionale per locali che pensi al vostro posto alla corretta divisione del pagamento di pani e pesci.

Esistono infatti dei programmi appositi per ristoranti che da punto cassa permettono di registrare i dati di ciascun tavolo e consentano in modo molto più veloce di risalire ai piatti ordinati e di spartire così i conti come richiesto.

Ma non solo! Alcuni di questi programmi gestionali permettono di suddividere la comanda già al momento della raccolta dell’ordine tramite palmare, così da avere il conto separato già bell’e pronto al momento del pagamento in cassa.

Vi trovereste così di fronte ad una divisione analitica, con l’elenco delle portate, di un tavolo in sottoconti in modo pratico, veloce e preciso, semplificando e velocizzando notevolmente la gestione dei conti.

Nessun problema nemmeno per i semplicissimi “conti alla romana”, almeno fino a che uno dei commensali non chieda una piccola variazione nel suo totale perché “lui non ha preso il caffè”. Qui le cose cambiano. In questo caso, come lo dividi correttamente il conto? Anche qui ti può aiutare un programma gestionale che ti mostri il totale del tavolo, il numero di persone tra cui dividere l’importo, ma che ti permetta anche in caso di necessità di modificare manualmente un prezzo.

Ovviamente, se ne hai il permesso come operatore! La modifica manuale del prezzo sarà infatti collegata al tuo livello di utenza: un titolare potrà farlo, un dipendente appena assunto potrebbe essere limitato nell’utilizzo di questa funzionalità.

E se ti chiedessero di dividere anche una bottiglia di vino tra tutti i commensali, mentre per le pietanze ciascuno si paga la sua?

Possibile, non su tutti i programmi, ma su Easypos®, per esempio, sì: il software gestionale per locali e ristoranti permette infatti la divisione anche di una quantità unitaria del conto, come potrebbe appunto essere una bottiglia di vino o di acqua.

La quadratura dei conti è assicurata, nessuno si potrà più lamentare di nulla e tu potrai evitare il fastidioso, per quanto utile, cartello “non si fanno conti separati.”

Queste sono solo alcune delle potenzialità di EasyPOS® , ma il software ne ha molte, moltissime altre. Scoprine di più nella pagina dedicata.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.